La Regina angelorum torna al Campo dei fiori
La "Regina angelorum" torna al Campo dei fiori BENEDIZIONE CON L'ARCIVESCOVO MARIO DELPINI

Sarà l'arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, a benedire martedì 10 agosto la "Regina angelorum", la statua della Madonna tornata al Campo dei fiori dopo un importante restauro.

La Colonna votiva da sempre ubicata nel territorio montano del Comune di Luvinate, lungo il sentiero 1 del Campo dei Fiori, a circa 1100 m di altitudine, in via Al Belvedere, era stata realizzata nel 1938. Intorno agli anni 1965-67, su iniziativa del prof. Furia, fu collocata una statua in terracotta realizzata da Tardonato per sostituire quella originaria in bronzo colpita e distrutta da un fulmine. Gravemente deteriorata a causa degli agenti atmosferici, la statua è stata a sua volta rimossa nel 2013 per essere completamente restaurata nel 2018 dalla Dottoressa Maria Pia Navire, su iniziativa ed intervento del Comune di Luvinate.
Il Comune di Luvinate ha così affidato allo studio di architettura Bertolini e Galli il compito di definire il progetto di ricollocazione della statua, valutato in varie fasi insieme alla Sovrintendenza di Milano. 

La cerimonia per il ritorno della "Regina angelorum" si svolgerà alle ore 9.45 di martedì 10 agosto, alla presenza di mons. Mario Delpini, arcivescovo di Milano.

Sarà possibile arrivare in auto e parcheggiare presso il Grand Hotel Campo dei Fiori, che gentilmente ha messo a disposizione i propri spazi. Da lì le GEV indicheranno il percorso per raggiungere in pochi minuti il luogo della Statua

Le Polizie Locali di Varese e di Gavirate-Luvinate vigileranno sull’accessibilità. In caso di numero considerevole di auto sarà limitata la viabilità.

Dalle ore 5.00 di martedì 10 agosto non sarà possibile parcheggiare sul territorio di Luvinate, dal Belvedere all’ingresso dell’Osservatorio.



LEGGI ANCHE
La cultura per la ripresa
20 OTTOBRE 2021 La cultura per la ripresa VISITE RISERVATE AD ABBONATI LOMBARDIA AML LEGGI TUTTO
Natale 2021
12 OTTOBRE 2021 Natale 2021 APERTURE STRAORDINARIE LEGGI TUTTO