Il restauro del Paliotto Leonardesco
Il restauro del Paliotto Leonardesco UN NUOVO INTERVENTO PER IL MUSEO BAROFFIO
Una delle opere più importanti e rappresentative del Museo Baroffio e del Santuario è da oggi in restauro. 
Il Paliotto Leonardesco è stato disallestito dalla sua teca che lo conserva al Sacro Monte di Varese, sotto la direzione della dr.ssa Sonia Segimiro, per essere portato nel laboratorio di restauro della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Como, Lecco, Monza-Brianza, Pavia, Sondrio e Varese.

L'opera sarà sottoposta ad una pulizia iniziale che permetterà di individuare e definire le fasi successive del restauro conservativo e preservare così una l'opera quattrocentesca, datata intorno al 1490.

Il paliotto viene deifinito "leonardesco" in quanto nella parte dentrale riprende la celebre Vergine delle Rocce, nella versione oggi al Louvre, prima opera nota commissionata a Milano a Leonardo, terminata entro il 1486.
L'originale ricamo a rilievo con figure imbottite, in parte dipinte a tempera, rappresenta a sinistra S. Girolamo penitente, con l’inseparabile leone, e a destra S. Francesco che riceve le stigmate, al centro la Vergine con il Bambino e San Giovannino inginocchiato.
L'opera riveste una certa importanza in quanto tratta sicuramente dalla versione parigina della Vergine delle rocce: l'indizio principale è la mano dell’angelo con l’indice puntato verso S. Giovannino inginocchiato a ricevere la benedizione di Gesù; la mano, assente nella versione londinese, nel paliotto è posta entro l’aureola di Gesù Bambino.

L'opera potrebbe ritornare in Museo da restauro entro novembre 2022.
Tutti gli aggiornamenti sullo stato di avanzamento dell'intervento potranno essere seuiti sui canali web e social del Sacro Monte di Varese.




LEGGI ANCHE
Storie da Sacro Monte
20 GENNAIO 2022 Storie da Sacro Monte WEBINAR 2022 LEGGI TUTTO
Musei chiusi per la pausa invernale
10 GENNAIO 2022 Musei chiusi per la pausa invernale TANTE LE NOVITÀ IN ARRIVO LEGGI TUTTO