Terzo e ultimo appuntamento de “I Concerti di Casa Pogliaghi" IL TRIO TEOPHILUS IN “IL FLAUTO MAGICO”
Sabato 2 giugno alle ore 17.00 la Casa Museo Pogliaghi ospiterà in concerto il Trio Teophilus, che chiuderà la stagione concertistica 2018 della Casa Museo con tre interpreti di fama internazionale: Dimitri Ashkenazy al clarinetto, Yuri Ciccarese al flauto e Pierluigi Di Tella al pianoforte.

Il terzo e ultimo appuntamento de “I Concerti di Casa Pogliaghi” vedrà il trio esibirsi ne “Il flauto magico” di Wolfgang Amadeus Mozart con un’interessante trascrizione per flauto, clarinetto e pianoforte.
 
I tre musicisti, accomunati da un’intensa attività concertistica sia solistica sia cameristica, si uniscono per l’occasione, portando le note dell’ultima opera di Mozart nell’atelier di Casa Pogliaghi, proiettando il pubblico nell’atmosfera delle corti settecentesche quando venivano riproposti melodrammi anche in forma di concerto.  
 
Dimitri Ashkenazy, diplomato in clarinetto a Lucerna, ha suonato in tutto il mondo con orchestre come la Royal Philharmonic, i Filarmonici di San Pietroburgo, la Deutsches Symphonie- Orchester Berlin, i FIlarmonici della Scala, la Sinfonia Varsovia, i Filarmonici di Helsinki, e la Camerata Academica Salzburg. Attivo in ambito anche cameristico, ha collaborato con i Quartetti Faust, Kodály, Carmina e Brodsky, con i pianisti Aleksandar Madzar, Cristina Ortiz, Jeremy Menuhin, Bernd Glemser, Helmut Deutsch e Ariane Haering, i violoncellisti Antonio Meneses e Christoph Richter, le cantanti Edita Gruberova e Barbara Bonney, e naturalmente con suo fratello Vovka e suo padre Vladimir Ashkenazy. Ha inciso CD con diverse case discografiche, come Paladino, Orlando, Pan Classics, Decca, Ondine e DUX e registrato produzioni televisive e radiofoniche. Ha inoltre tenuto corsi di perfezionamento in Australia, Islanda, Svizzera, Nuova Zelanda, Romania, Singapore, Spagna, e negli Stati Uniti.
 
Yuri Ciccarese -flautista eclettico e abile interprete nel campo della musica da camera – si è diplomato in flauto presso il Conservatorio di Cesena nel 1982. Perfezionate le proprie abilità tecniche e conoscenze musicali con flautisti di chiara fama quali William Bennett, Auréle Nicolet, Patrick Gallois e Jànos Bàlint, si dedica ad un’intensa attività concertistica in ensemble cameristici, approfondendo ed eseguendo gran parte delle più importanti composizioni del repertorio per flauto, esplorando anche repertori inediti e costituendo formazioni strumentali insolite. Apprezzato solista, è stato premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali e si è esibito al fianco di noti concertisti: Dimitri Ashkenazy, Claudio Marcotulli, Guido Corti, Alessio Allegrini, Janos Balint, Mikhail Pethukov, Cesare Chiacchiaretta e molti altri. Ha inoltre suonato per importanti istituzioni musicali e festival in Italia e all’estero: importante l'apparizione alla Carnegie Hall di New York del 2012 e l’esibizione come solista accompagnato dalla Russian Chamber Orchestra (Kursk Festival). Tiene periodicamente stage, laboratori musicali e apprezzate master class in Italia, Messico e Paesi dell'Area Balcanica.
 
Pierluigi Di Tella - concertista, didatta e direttore dell’Istituto Musicale “A. Masini” di Forlì – si è diplomato con il massimo dei voti al Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna e ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’estero con musicisti di fama internazionale. La sua attività concertistica lo ha portato ad esibirsi in Italia, Danimarca, Norvegia, Spagna, Portogallo, Svizzera, Brasile, Bulgaria e, in veste di solista, con varie Orchestre tra cui l’Orchestra Filarmonica Nazionale della Repubblica Moldava, l’Orchestra da Camera dell’Accademia di Tirana, l’Orchestra Sinfonica Ucraina di Kiev, l’Orchestra Filarmonica di Bacau, l’Orchestra Pro Arte Marche, l’Orchestra del Teatro Regio di Parma, l’Orchestra di Stato di Vidin, e altri. Come camerista ha collaborato con il prestigioso “Quartetto di Cremona”, col fagottista Paolo Carlini, col quartetto de “Gli Strumentisti del Teatro Alla Scala” di Milano e con Alessandro Serra e Giuseppe Ettorre (primi contrabbassi del Teatro Alla Scala). Ha effettuato diverse incisioni discografiche e, per la storica Casa Editrice “Carrara” di Bergamo, cura la collana didattica, di 12 volumi con CD allegato, “Biblioteca del Giovane Pianista”.
È docente al Conservatorio “Morlacchi” di Perugia e all’Istituto Musicale “A. Masini” di Forlì.
 
Programma concerto di sabato 2 giugno:
Il Flauto Magico (Die Zauberflöte)
Wolfgang Amadeus Mozart
 
OUVERTURE
flauto, clarinetto e pianoforte
INTRODUZIONE
“Zu hilfe! Zu Hilfe!”
flauto, clarinetto e pianoforte
 
PAPAGENO
“Der vogelbänger bin ich ja”
flauto, clarinetto e pianoforte
 
TAMINO:
“Dies Bildnis ist bezaubernd schön”
flauto, clarinetto e pianoforte
 
MONOSTATOS, SCHIAVI:
“Das klinget so herrlich”
Variazioni per flauto e pianoforte di Aurelio Scotto
 
MARCIA DEI SACERDOTI
flauto, clarinetto e pianoforte
 
LA REGINA DELLA NOTTE
“Der Hölle Rache Kochi in meinem Herzen”
flauto, clarinetto e pianoforte
 
TERZETTO
flauto, clarinetto e pianoforte
 
PAMINA:
“Ach, ich fühl’s, es ist verschwunden”
clarinetto e pianoforte
 
PAPAGENO:
“Ein Madchen oder Weibchen”
Variazioni Op. 66 per flauto e pianoforte di Ludwig van Beethoven
 
DUETTO PAPAGENO - PAPAGENA
trascrizione per flauto, clarinetto e pianoforte di Aurelio Scotto
 
FINALE: MONOSTATOS - TRE DAMIGELLE
Nur stille, stille, stille, stille!
 
SARASTRO - CORO
“Die Strahlen der Sonne vertreiben die Nacht”
flauto, clarinetto e pianoforte
 
L’evento è su prenotazione fino ad esaurimento posti. Il biglietto ha il costo di 5 euro ed è comprensivo anche della visita guidata alla Casa e alla collezione di Lodovico Pogliaghi.
 
Per info e prenotazioni: 328 8377206 – 366 4774873¸ info@casamuseopogliaghi.it; www.casamuseopogliaghi.it


LEGGI ANCHE
06 GENNAIO 2019 Concerto dell'Epifania al Sacro Monte di Varese IL CORO SINE NOMINE DEL M° REGGIORI AL SANTUARIO DI SANTA MARIA DEL MONTE LEGGI TUTTO
27 DICEMBRE 2018 FIACCOLATA DI FINE ANNO AL SACRO MONTE DI VARESE SALIRE INSIEME LUNGO IL VIALE DELLE CAPPELLE LEGGI TUTTO